Mozione su posteggiatori abusivi al Porto Antico di Genova

Genova, 12/2/14

Prot. PG/2014/42584

Al Signor Sindaco

Comune di Genova

SEDE

MOZIONE

PREMESSO che dal momento del suo insediamento questa Giunta persegue a “nascondere” la tragica realtà di una Genova assediata da un’illegalità ormai devastante, soprattutto nel Centro Storico;

CONSIDERATO  che ripetutamente, da parte dei cittadini, dei residenti, dei turisti, così come da tutte le forze politiche di opposizione sono state portate alla Sua attenzione  le situazioni di criticità, con particolare riferimento a Darsena, Calata Molo Vecchio, Porto Antico, Galeone, Acquario, via Turati, piazza Raibetta;

RICORDATO che a novembre 2013 abitanti del Centro Storico esasperati dal dilagare dell’illegalità commerciale avevano dato corso ad una manifestazione e che proprio in quell’occasione Lei stesso aveva ricevuto una delegazione, escludendo “di rispondere agli appelli con le promesse, preferendo dar prova della sensibilità dell’Amministrazione direttamente con i fatti”;

EVIDENZIATO

Che da oltre un anno, oltre al fenomeno dei mercatini illegali gestiti da nordafricani, si sta segnalando un crescente numero di parcheggiatori abusivi, sempre nordafricani, che importunano, anche con atteggiamenti violenti e minacciosi, gli ignari genovesi e turisti che parcheggiano, a pagamento,  a Porta Siberia e di fronte all’Acquario, facendo loro segnali di manovra o indicando i posti liberi ma chiedendo, poi, un “obolo”;

Che tale situazione è ampiamente sfuggita di mano (se mai c’è stata!) all’Amministrazione: non è più un pericolo solo nelle ore serali, ma è ormai 24h/24;

TENUTO CONTO

che al di là di esternazioni da parte dell’Assessore alla Legalità, peraltro sempre ben disposta a tutelare chi legale non è, dal canto Suo, Sindaco, non ricordo Sue dichiarazioni, interventi pubblici o azioni nel merito che hanno permesso né al Consiglio né tanto meno alla cittadinanza di comprendere la Sua posizione in merito, salvo un “non-fare” visti i risultati fin qui emersi;

che mi permetto altresì di ricordare che al momento del Suo insediamento Lei aveva affermato, riconoscendo il momento serio e delicato per la città, che proprio tale situazione “impone atteggiamenti seri e consapevoli da parte di chi amministra e governa”: stiamo attendendo da 18 mesi, signor Sindaco;

RIBADITO che ai già evidenti problemi, da un anno si è aggiunto quello del racket dei posteggiatori abusivi, dove ancora una volta, cittadini e turisti si trovano a dover pagare non solo un ticket tutt’altro che economico, ma anche vedersi pressoché costretti a dover pagare un’ “aggiunta” per evitare aggressioni verbali e/o fisiche;

CONSTATATO che non è più accettabile né una situazione del genere, né un atteggiamento di continua assenza da parte del Comune il cui risultato è questo: il proliferare di un degrado urbano e sociale che ormai rischia di diventare ingestibile e pone sempre più a rischio l’incolumità di cittadini e turisti;

IMPEGNA IL SINDACO

a riferire al Consiglio Comunale, quindi, alla città, quale intende essere il Suo piano di interventi in merito alla situazione Darsena- Caricamento-Acquario-Porto Antico-Turati-Raibetta con maggiore attenzione agli ambulanti e parcheggiatori abusivi;

a considerare se, oltre alla zona dell’Acquario, esistono altre realtà simili in tema di parcheggiatori abusivi presenti in parcheggi a pagamento;

a tener presente che anche in prossimità delle casse automatiche dei posteggi vi sono presenze ormai fisse di questuanti : quindi una situazione che si estende a macchia d’olio ed è inaccettabile per Genova e per la quale la Giunta ma soprattutto Lei, signor Sindaco, non è più pensabile adottiate la sola politica del “non vedo, non sento, non parlo”, perché il degrado è alla vista di chiunque e tutta la città è in attesa di quei fatti da Lei sempre tanto enunciati che, a tutt’oggi, risultano essere solo sterili parole.

IL CAPOGRUPPO

Edoardo Rixi