Salone Nautico di Genova – Interrogazione con risposta scritta del Consigliere Comunale Edoardo Rixi

PREMESSO che la quota azionaria del Comune presso l’Ente Fiera di Genova è del 32%;

ACCERTATO che il Salone Nautico rappresenta l’evento più importante ospitato presso i padiglioni della Fiera di Genova;

CONSIDERATO che il comparto della nautica in Italia è passato da un fatturato di 6,4 miliardi di euro nel 2008 a 3,4 miliardi nel 2011, registrando quindi un crollo dell’ 80% della produzione per il mercato italiano, nonché una riduzione della forza lavoro stimata in ventimila addetti, oltre trentamila barche “dirottate” su altri porti del Mediterraneo, e centinaia di aziende medio-piccole chiuse;

APPURATO che nonostante ciò, e sottolineata la gravissima crisi economica, pare che l’ente Fiera di Genova abbia, per il Nautico 2012, aumentato la quota di partecipazione per le aziende che vogliono esporre e si parla di un esborso di trentamila euro e CHE da alcune aziende partecipanti sono state poste in discussione le modalità di gestione degli allestimenti degli spazi espositivi;

RILEVATO che, a causa dei motivi di cui sopra, sempre più aziende del settore preferiscono partecipare ad altri saloni espositivi come Cannes e Barcellona, indebolendo, così, maggiormente il Nautico a Genova;

SI INTERROGA LA S.V.

per conoscere nel dettaglio la gestione del Salone Nautico da parte dell’ente Fiera di Genova di cui il   Comune è azionista;

per sapere quali iniziative politiche intenda adottare per contrastare la crisi del comparto ;

per sapere se non si riteneva indispensabile abbassare i costi degli affitti per gli spazi degli stand.

Il Capogruppo Edoardo Rixi

Lascia un commento