Sanità, rinnovato l’accordo tra Regione e Vigili del Fuoco per l’elisoccorso

Liguria. “È un risultato straordinario che consente finalmente l’utilizzo dell’elicottero, del valore di sei milioni di euro, che da anni giaceva inutilizzato con un forte aggravio per altro sui costi di manutenzione. Grazie all’accordo con i Vigili del Fuoco sottoscritto dal ministro Alfano, andiamo incontro ai bisogni dei cittadini nell’offerta di prestazioni in emergenza”. Lo dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti dopo la firma del rinnovo dell’accordo con il dipartimento nazionale dei vigili del fuoco per il servizio di emergenza in elicottero, un Agusta Westland A109 Power Grand acquistato tra il 2008 e il 2009 dalla Fondazione Carige.

Il nuovo accordo garantisce l’utilizzo dell’elicottero di proprietà della Regione Liguria, a oggi inutilizzato, per prestazioni sanitarie in senso stretto (per esempio trasporti sanitari tra ospedali e trasporti d’organo) e la disponibilità di un velivolo dei vigili del fuoco dedicato solo ai trasporti sanitari nel territorio ligure per emergenze di varia natura (come calamità naturali, incidenti stradali e altre).

“Sarà così possibile implementare la già buona ed efficace risposta ai bisogni emergenziali su cui la Liguria ha sempre potuto contare grazie alla collaborazione preziosa dei vigili del fuoco le cui professionalità garantiscono una capacità d’azione sulle emergenze complessive e non solo sanitarie” conclude il presidente Toti. La vicepresidente e assessore alla Salute Sonia Viale esprime apprezzamento per il risultato raggiunto “grazie alla sensibilità e all’impegno del capo dipartimento dei vigili del fuoco Francesco Musolino”.

Un accordo che pone fine alle polemiche sollevate negli scorsi giorni dai sindacati, per un presunto accordo con la Lombardia. Polemiche a cui ha risposto Sonia Viale: “La Regione Liguria ha sempre pensato che la soluzione migliore fosse il mantenimento dell’accordo con i vigili del fuoco per l’utilizzo dell’elicottero Agusta acquistato nel 2009 dalla Fondazione Carige. Abbiamo raggiunto un obiettivo importante e pertanto trovo assurde le polemiche sollevate, basate su informazioni false e ora volutamente tendenziose. L’elicottero della Regione Liguria servirà a rafforzare il servizio gestito dai vigili del fuoco: non c’è quindi nessuna privatizzazione e nessun accordo con la Lombardia, semplicemente avremo a disposizione un mezzo in più, finora inutilizzato, al servizio dei cittadini e gestito in convenzione dal ministero degli Interni. Qualunque protesta – se davvero qualcuno ha protestato – è insensata”.

“Siamo soddisfatti – ha commentato Umberto Rossi, responsabile reparto volo dei Vigili del Fuoco della Liguria-Genova – che si sia finalmente risolta la situazione per rimettere in uso un elicottero che rappresenta, dal punto di vista operativo, un valore aggiunto. Siamo determinati affinché in breve tempo il velivolo sia rimesso in efficienza e – ha concluso – per dare il nostro contributo nel suo miglior utilizzo a favore dei liguri”.

IVG.IT  04 giugno 2016